Dal 15 Novembre 2019 al 15 Aprile 2020 su varie strade e autostrade vige l'obbligo di montare pneumatici invernali (M+S) o di avere a bordo le catene da neve. Si ricorda che è possibile viaggiare con i pneumatici invernali dal 15 Ottobre al 15 Maggio senza incorrere in sanzioni.

CLIMA, COMFORT, ABITACOLO. Climatizzazione, salute e pulizia. I nostri consigli per mantenere l’abitacolo sano e ristabilire il massimo comfort di guida.

CLIMATIZZAZIONE E SALUTE

Il climatizzatore è diventato un componente presente quasi di serie nelle auto recenti. Permette di creare condizioni confortevoli a vantaggio della concentrazione di guida, toglie l’umidità dai vetri favorendo la visibilità e quindi la sicurezza stradale, aumenta il benessere di tutti i passeggeri.

Schema impianto climatizzatore

Il gas per raffreddare l’abitacolo compie due passaggi di stato fisico: nel vano motore da gassoso a liquido, all’interno del cruscotto da liquido a gassoso grazie all’evaporatore.
L’evaporatore è uno scambiatore di calore, che assorbe calore e sottrae umidità dall’aria dell’abitacolo.

L’aria che entra dall’esterno contiene impurità, che per la maggior parte vengono trattenute dal filtro dell’aria dell’abitacolo, e diversi microorganismi molto piccoli, che oltrepassano facilmente questa barriera. Dunque batteri, funghi, ecc… nel corso del tempo possono annidarsi nei condotti di ventilazione dell’abitacolo e nell’evaporatore, luogo ideale per la loro proliferazione vista la presenza continua di umidità. L’insorgenza di cattivi odori è sintomo dell’invasione di batteri, muffe, allergeni pronti a essere dispersi in tutto l’abitacolo dalla ventilazione dell’aria. Questo diventa un problema di salute per persone con difficoltà respiratorie e può essere fonte di mal di testa durante la guida o di insorgenza di reazioni allergiche specialmente per i bambini.
Per mantenere sano l’abitacolo è necessario sostituire regolarmente il filtro dell’abitacolo in occasione del tagliando e igienizzare gli interni una volta all’anno.

FOTO 1: In alcuni veicoli sostituire il filtro abitacolo non è per niente un operazione banale, ed è previsto lo smontaggio di diversi componenti plastici fragili con il rischio che si rompano.
FOTO 2: Si può osservare la differenza tra il filtro abitacolo nuovo e quello appena smontato dall’auto al momento del tagliando.
FOTO 3: Esempio di evaporatore dell’impianto del climatizzatore.

Il gas refrigerante Freon R134 è un idrofluorocarburo HFC dal forte impatto sul clima, ha un potenziale di riscaldamento globale 1300 volte superiore alla CO2, quindi non deve essere disperso nell’ambiente. Si segnala anche che il refrigerante esposto ad alte temperature (esempio: la marmitta bollente nel vano motore) può trasformarsi in gas tossici (acido fluoridrico e fluorofosgene), che potrebbero entrare nell’abitacolo in caso di guasti. In accordo al regolamento europeo 307/2008, la manutenzione del climatizzatore deve essere eseguita solo da personale abilitato, presente in AVE s.n.c.

Tunap 181 Contra Sept
Da applicare all’evaporatore interno all’abitacolo. E’ un antibatterico che ripristina le condizioni originali dell’impianto di ventilazione e lo rende confortevole e sano per persone asmatiche e aventi difficoltà respiratorie.Sanificazione abitacolo

Texa soluzione sanificatrice per sanificatrice a ultrasuoni Air + Per una pulizia ancora più completa è possibile utilizzare un’attrezzatura che sanifica l’intero abitacolo grazie agli ultrasuoni. Un nebulizzatore professionale libera nell’abitacolo una soluzione specifica in micro gocce vaporizzate, che vengono disperse dalla ventilazione dell’auto in modalità ricircolo. Così si ottiene una profonda igienizzazione dell’impianto di climatizzazione, delle tappezzerie e i sedili, dato che gli allergeni vengono introdotti in auto anche tramite animali domestici, scarpe, oggetti umidi e sporchi.

CURA DEL PARABREZZA

Ai fini della sicurezza stradale è indispensabile vedere bene attraverso il parabrezza e i vetri in generale. Usare il liquido dei tergicristalli non è sempre gradito, perché alcuni prodotti contengono solventi dall’odore intenso, che entra nell’abitacolo attraverso i condotti dell’aria condizionata. Esistono però detergenti per vetri inodori, che non causano tosse o disturbi a passeggeri sensibili. Il loro potere di lavaggio può essere aumentato se sono miscelati ad additivi concentrati pensati per rimuovere lo sporco ostinato come gli insetti e i residui degli alberi del parcheggio. I prodotti lavavetri possono diffondere anche dei delicati profumi di agrumi all’interno dell’abitacolo per allietare ancor più il viaggio.

Tunap 928 additivo lavacristalli
detergente per cristalli, antigelo, sbrinatore istantaneo con nebulizzatore, inodore

Tunap 724 concentrato estivo
detergente concentrato per cristalli al piacevole profumo di agrumi, incrementa il potere di lavaggio

PULIZIA E CURA DEGLI INTERNI

Anche le operazioni apparentemente banali come la pulizia degli interni richiede prodotti compatibili con i materiali attualmente usati dai costruttori. Prodotti non corretti potrebbero provocare il distacco dei sottili strati cromati presenti in molti particolari dell’auto come le maniglie, i comandi elettrici, la plancia. Pulire i tessuti dei sedili potrebbe essere un’operazione a rischio di far comparire macchie, corrodere le fibre del tessuto, cambiare il colore del tessuto in modo permanente. I sottilissimi strati di pelle presenti nel volante o nei sedili potrebbero rompersi se inzuppati con prodotti di pulizia non appropriati. I prodotti professionali consigliati da un addetto ai lavori permettono di fare una pulizia migliore e in sicurezza.

Torna a inizio pagina