Sostituzione olio cambio automatico. BMW Serie 5

In questo esempio vi parliamo della sostituzione dell’olio del cambio automatico di una BMW Serie 5 (525d) con 120.000 km circa di percorrenza. L’olio deve essere sostituito periodicamente in base alle prescrizioni del costruttore e prima che si manifestino malfunzionamenti. Nel caso che descriveremo il nostro cliente ci ha commissionato il lavoro perché il passaggio tra una marcia e la successiva si è rallentato e a volte è brusco. Questo veicolo ha un cambio con convertitore di coppia idraulico, filtro e coppa rimovibili, cioè una delle tipologie più diffuse sul mercato.

Per iniziare il lavoro l’auto deve essere calda, quindi abbiamo percorso un breve tragitto su strada.

Poi siamo rientrati in officina e abbiamo sollevato l’auto sul ponte per smontare alcuni rivestimenti.

manutenzione-cambio-automatico-01
Inizio dei lavori. Auto con motore caldo sul ponte sollevatore.

Dopo un po’ di lavoro il cambio è ora accessibile.

A questo punto abbiamo collegato un’attrezzatura elettro-idraulica specifica che permetterà di sostituire l’olio. Abbiamo inserito uno specifico liquido detergente e acceso il motore per farlo circolare per qualche minuto.

manutenzione-cambio-automatico-02
Attrezzatura elettro-idraulica specifica per la manutenzione dei cambi automatici

Un nostro addetto ai lavori seduto a bordo ha ripetutamente spostato la leva del cambio su tutte le possibili posizioni.
In questo modo il detergente ha raggiunto tutte le zone del cambio creando un’azione di pulizia dell’intero circuito idraulico del cambio costituito da micro filtri, micro passaggi (vedi ultima foto in fondo pagina), sensori, attuatori.

Contemporaneamente il filtro presente nella nostra attrezzatura ha filtrato le impurità presenti nel vecchio olio che sono state aggredite dal detergente.

manutenzione-cambio-automatico-03
Smontaggio della coppa del cambio

A questo punto dopo aver svuotato l’olio presente nella coppa del cambio procediamo smontando la coppa stessa come si vede nella foto sopra.

manutenzione-cambio-automatico-06
Particolare delle calamite (sporche) presenti all’interno della coppa dell’olio del cambio automatico.

Nella foto sopra si possono osservare le impurità metalliche che sono state catturate dalle calamite della coppa dell’olio, calamite che sono ormai sature e non possono più svolgere la loro funzione depuratrice.

Nella foto sotto si può notare una parte delle elettrovalvole che, controllando il passaggio dell’olio, permettono di azionare le singole marce.

manutenzione-cambio-automatico-04
Cosi si presenta il cambio una volta smontata la coppa dell’olio. I componenti che vedete disposti in linea e dai colori vivaci sono le elettrovalvole che controllano il passaggio dell’olio.

Una volta smontata la coppa abbiamo sostituito i pezzi vecchi con i ricambi nuovi: coppa, guarnizione e filtro olio.

manutenzione-cambio-automatico-05
Pezzi vecchi da sostituire. Coppa, guarnizione e filtro olio.
manutenzione-cambio-automatico-07
Ricambi nuovi. Coppa, guarnizione e filtro olio (in questo caso già preassemblati)

Quindi abbiamo riempito la nuova coppa del cambio con l’olio nuovo e acceso il motore. Ora azioniamo l’attrezzatura specifica che fa entrare l’olio nuovo nel cambio e si trattiene quello vecchio che è ancora presente nel convertitore di coppia e nel circuito idraulico.
Nella foto sotto si può notare la differenza di colore dei tubi con l’olio nuovo e quello vecchio esausto.

manutenzione-cambio-automatico-08
Evidente differenza di colore tra olio nuovo (a sinistra) e olio vecchio (a destra)

Una volta inserita la quantità corretta di olio nuovo e verificata la quantità di olio vecchio estratto, abbiamo scollegato l’attrezzatura e ripristinato tutti i componenti dell’auto.

L’olio nuovo appena messo dentro grazie alla maggiore fluidità farà subito funzionare meglio il cambio rendendolo più reattivo ai comandi, e grazie alle rinnovate caratteristiche chimiche eserciterà nel tempo un azione detergente che contribuirà a mentenere pulito ed efficiente l’intero circuito idraulico del cambio fino alla prossima manutenzione programmata.

Siamo andati a fare una prova su strada per apprezzare il buon lavoro svolto e la differenza si sente subito, sembra quasi un’altra macchina.

manutenzione-cambio-automatico-09
Prova su strada a lavoro concluso

 

Cosa accade invece se trascuriamo la manutenzione?

Se trascuriamo la manutenzione non accade semplicemente che il cambio diventa lento nel cambiare le marce.

Se l’olio non viene sostituito in tempo utile, le impurità che si formano inevitabilmente durante il funzionamento del veicolo non possono più essere trattenute dalle calamite della coppa e nemmeno dal filtro, il quale finisce per otturarsi e impedire il corretto passaggio dell’olio.

manutenzione-cambio-automatico-11
Esempio di calamite saturate da impurità metalliche e sporcizia
manutenzione-cambio-automatico-13
Esempio di calamite saturate da impurità metalliche e sporcizia

Quindi esaurite queste difese, le impurità, composte dai residui metallici e morchie dovuti al fisiologico sfregamento degli ingranaggi e dal degrado chimico-fisico dell’olio, iniziano a circolare liberamente all’interno del cambio trasportate dall’olio.

manutenzione-cambio-automatico-12
Esempio di accumuli di residui metallici su componenti elettro-magnetici
manutenzione-cambio-automatico-14
Esempio di accumulo di sporcizia sotto forma di detriti solidi

A questo punto il danno è fatto e iniziano a formarsi degli accumuli di sporcizia sulle elettrovalvole e sul circuito idraulico, che non possono essere eliminati dal detergente e dalla manutenzione descritta sopra. In questa condizione non funzioneranno più le marce, la leva del cambio si blocca e il veicolo rimane fermo in attesa del carroattrezzi.

manutenzione-cambio-automatico-10
Circuiti idraulici interni di un cambio automatico

L’unica soluzione ora possibile è lo smontaggio dell’intero cambio, la sostituzione di numerosi componenti interni, una pulizia meccanica profonda, insomma un lavoro molto complesso e costoso rispetto alla manutenzione periodica.

Torna a inizio pagina