Dal 15 Novembre 2019 al 15 Aprile 2020 su varie strade e autostrade vige l'obbligo di montare pneumatici invernali (M+S) o di avere a bordo le catene da neve. Si ricorda che è possibile viaggiare con i pneumatici invernali dal 15 Ottobre al 15 Maggio senza incorrere in sanzioni.

LA MANUTENZIONE MODERNAMeccatronica. Centralina elettronica auto e schema elettrico

La manutenzione di oggi non è come quella di una volta!
Le scadenze periodiche per la manutenzione delle auto e le attività di riparazione meccanica sono sempre più diluite nel tempo, mentre le anomalie elettroniche sono sempre più frequenti.
Lavori manuali ordinari come la sostituzione dell’olio motore o delle pastiglie dei freni, o la pulizia del filtro antiparticolato, non sono completi se non viene registrata l’esecuzione delle operazioni sul veicolo tramite uno strumento di diagnosi.
Problemi apparentemente meccanici o percepiti come tali dall’automobilista sono spesso dovuti a guasti di componenti elettronici difficilmente individuabili senza avere uno strumento di diagnosi adeguato e le competenze professionali necessarie.

AVE s.n.c. è iscritta in Camera di Commercio a tutte le categorie del settore autoriparazione, meccatronica (ex meccanica ed elettrauto), carrozzeria e gommista e si è costantemente aggiornata e preparata per offrire al cliente un servizio completo e di qualità.

TAGLIANDO E IMPORTANZA DELL’OLIO MOTORE

L’olio motore prescritto per i motori odierni è ricco di additivi, che garantiscono le prestazioni richieste dai costruttori. L’olio motore non adeguato o esausto può provocare rottura precoce delle turbine, morchie nel motore, corrosione delle sedi delle valvole in auto a gas, rottura precoce di cinghie di distribuzione in gomma immerse in olio motore, di catene di distribuzione e relativi tendicatena e variatori di fase.
Perciò non eseguire il tagliando al chilometraggio previsto o non usare olio motore adeguato espone al forte rischio di creare danni importanti. In queste circostanze per ripristinare lo stato ottimale dei componenti esposti all’olio motore non conforme, procediamo al lavaggio di tutti i componenti a bagno d’olio con prodotti professionali, avvertendo che potrebbero essere già avvenuti danni permanenti al motore.

 

Non bisogna ignorare gli avvisi comparsi sul cruscotto di cambiare l’olio motore anticipatamente, per preservare il motore e la propria sicurezza, perché nelle auto moderne è frequente che il livello dell’olio motore cresca, anziché diminuire come in tempi passati. Questo fenomeno è causato dai dispositivi antiparticolato, divenuti pressoché obbligatori per tutti i veicoli diesel, in cui si sfruttano le fasi non attive dei pistoni del motore per mandare gasolio nel condotto di scarico finché quest’ultimo raggiunge la temperatura che innesca le reazioni chimiche necessarie alla parziale rigenerazione (autopulizia) del dispositivo antiparticolato durante la normale guida. Parte del gasolio destinato all’autopulizia trafila attraverso le fasce elastiche dei pistoni contaminando l’olio motore presente nella coppa, che degrada progressivamente le sue caratteristiche e aumenta di livello.

Se il livello dell’olio dovesse crescere molto potrebbe innescarsi il pericoloso fenomeno dell’autoalimentazione mediante il circuito di ricircolo dei vapori, con la conseguenza che il motore salga di giri in maniera incontrollata fino alla sua inevitabile distruzione e con il pericolo di terminare la corsa con un incidente.

Abbiamo approfondito l’argomento nell’articolo “L’OLIO MOTORE. La sua importanza e i nostri consigli per fare le scelte giuste”.

CARBURANTI E IMPIANTO DI ALIMENTAZIONE

I carburanti attuali a norma di legge devono essere costituiti da composti di origine vegetale/organica in percentuale crescente che tra pochi anni raggiungerà l’80% (solo il 20% sarà derivato da petrolio).
Questo può provocare problemi all’impianto di iniezione del carburante, come la crescita di flora batterica nel serbatoio, l’accumulo di residui in iniettori, tubazioni, filtri, la corrosione di componenti metallici, il deperimento di materiali plastici.

Dunque il carburante può perdere le caratteristiche ottimali e il suo afflusso verso il motore diventare irregolare o addirittura impedito da otturazioni. Quindi non resta che recarsi in officina e trattare il circuito del carburante interessato da questi fenomeni con liquidi pulitori e attrezzature professionali. Inoltre è raccomandato l’uso regolare di additivi per il carburante e il sistema di alimentazione in occasione del tagliando, per prevenire anche guasti agli iniettori o alle pompe carburante, che comportano spese ben superiori alla prevenzione costante o addirittura la necessità di dover cambiare improvvisamente e precocemente il veicolo.

Abbiamo approfondito l’argomento nell’articolo ” GASOLIO, BENZINA, GPL, METANO. Come sono cambiati i carburanti. I nostri consigli per evitare spiacevoli sorprese”.

cambi-automatici

MANUTENZIONE CAMBI AUTOMATICICambio automatico auto. AVE s.n.c.

Sostituiamo l’olio del cambio automatico specifico per ogni veicolo e puliamo tutti i componenti meccanici ed elettronici in cui circola l’olio mediante attrezzatura computerizzata.

Il cambio automatico e il motore funzionano in simbiosi, ma al passare del tempo e dei chilometri l’olio del cambio perde le proprie caratteristiche, non circola più come secondo progetto e il veicolo non esprime più le prestazioni previste dal costruttore. Slittamenti anomali delle frizioni, cambi di rapporto bruschi, difficoltà a far salire i giri motore, difficoltà a muovere la leva selettrice del cambio sono conseguenze tipiche del degrado dell’olio e il segnale che è giunto l’ora di sostituirlo.

MANUTENZIONE VALVOLA EGR

La valvola EGR si apre durante i periodi di scarsa o nulla accelerazione e permette di far aspirare al motore una parte del gas di scarico appena espulso dallo stesso, creando così un cortocircuito” calcolato tra aspirazione e scarico. Tutto ciò ai fini di ridurre la produzione di ossidi di azoto, ritenuti inquinanti dalle attuali normative ambientali.
Nel caso non funzioni regolarmente e dovesse rimanere troppo aperta al momento sbagliato (esempio all’avviamento del motore o in accelerazione), il motore riceve troppo gas di scarico e lo scoppio sarà debole e irregolare o non si verificherà neanche con conseguente difficoltà di avviamento e/o notevole calo di potenza. Spesso il guasto o il malfunzionamento della valvola EGR è causato dai residui carboniosi, formatisi nei suoi condotti con il passaggio dei gas di scarico, che bloccano il movimento dei meccanismi mobili e riducono notevolmente il passaggio di aria destinata all’aspirazione del motore, e che possono staccarsi dalla valvola stessa ed essere aspirati con il forte rischio di danneggiare altri componenti meccanici.

MANUTENZIONE FILTRI ANTIPARTICOLATO

Il filtro antiparticolato è una “trappola” che trattiene gran parte delle polveri del gas di scarico. Pertanto sicuramente prima o poi si riempirà completamente, non permettendo più alla marmitta di far uscire liberamente i gas di scarico. In questo stato i disturbi tipici sono il calo notevole di potenza e la limitazione dei giri motore, e difficoltà in fase di avviamento.
Nella maggiorparte dei casi per risolvere il problema
è necessario usare prodotti chimici specifici e far fare al veicolo una pulizia forzata del filtro antiparticolato eseguita in officina sotto il controllo di strumenti diagnostici.
Durante questa delicata operazione, in
cui il sistema di scarico può raggiungere anche temperature di 800°, avvengono reazioni chimiche che trasformano le particelle di particolato. Dalla marmitta esce e viene immesso in atmosfera del vapore di ammoniaca che forma una piccola nube bianca, praticamente innocua e molto meno inquinante per l’ambiente. Non è assolutamente pensabile di eliminare l’elettronica che sovraintende al funzionamento, né eliminare fisicamente componenti dell’impianto di scarico, perché verrebbe compromesso il funzionamento dell’veicolo nonché ogni possibilità di diagnosi per il resto della sua vita.

Per approfondire l’argomento leggere l’articolo che abbiamo pubblicato sui “FILTRI ANTIPARTICOLATO”.

 

DIAGNOSI GUASTI SU STRADA

Diagnosi e risoluzione di guasti che si verificano occultamente, casualmente, sporadicamente durante il normale utilizzo e che non compaiono durante le verifiche in officina. Configuriamo e inseriamo nella presa diagnosi del veicolo dei dispositivi miniaturizzati che registrano i parametri ingegneristici e gli errori senza interferire con la guida quotidiana di ogni automobilista. Dopo qualche giorno di registrazione, in officina consultiamo i dati e gli errori rilevati dal dispositivo per giungere alla diagnosi dei problemi.

gommista

GOMMISTA

A volte viene sottovalutata l’importanza di montare pneumatici di qualità. Infatti quando siamo al volante affidiamo ad essi la nostra sicurezza, quella dei passeggeri e delle altre persone che si trovano sulla strada.
Il mercato offre pneumatici di vario tipo e caratteristiche e noi offriamo la nostra esperienza nel consigliarvi il modello più adatto per la vostra auto e per le vostre esigenze.

L’attività di gommista non si riduce al semplice montaggio e bilanciatura. A volte sono necessarie ulteriori operazioni di manutenzione, quali ad esempio il ripristino dell’assetto ruote o la programmazione tramite tester dei sensori TPMS (Tyre Pressure Monitoring Systems).

L’assetto dell’automobile è sempre stato importante per garantire precisione di guida come determinato dal costruttore e l’usura uniforme dei pneumatici. Ora che sono arrivati e arriveranno sempre più ausili elettronici alla guida ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) è ancora più importante che la geometria delle ruote sia in ordine. Quindi per garantire il corretto funzionamento di accessori come le telecamere e i sensori anticollisione, l’antinvasione di corsia, la lettura dei segnali stradali e limiti di velocità, il controllo della stabilità del veicolo (ESP/ABS), la base di partenza è l’assetto ruote preciso.

Tutti i veicoli hanno i bracci delle sospensioni regolabili entro certi limiti in modo da ristabilire la geometria ottimale a seguito di incidenti, colpi subiti sui marciapiedi, buche e dossi presenti sul manto stradale o per compensazione dell’usura del sistema sospensione. Un moderno assetto ruote svolge le misurazioni con un sistema senza fili che valuta i micro spostamenti di riferimenti visivi installati sulle ruote.

carrozzeria

CARROZZERIA

Effettuiamo importanti riparazioni della carrozzeria solamente dopo aver staccato i connettori di tutte le numerose centraline elettroniche sensibili a urti e scariche elettriche, che si generano durante la lavorazione con saldatrici e spotter. L’elettronica di bordo funziona con segnali di bassa intensità dell’ordine dei mV e mA (milliVolt e milliAmpere), mentre le correnti generate dalle lavorazioni sono anche più di mille volte superiori e danneggiano quasi certamente in modo permanente le centraline elettroniche del valore di migliaia di euro, tanto da costringere a rottamazioni anticipate nel caso di veicoli dal valore residuo non elevato.
Restauriamo i fanali/proiettori anteriori con prodotti che assicurano qualità di luce, aspetto visivo e durata nel tempo pari al nuovo.
Usiamo cicli di verniciatura rispettosa dell’ambiente con
finitura “all’acqua” come richiesto dalle normative, impieghiamo materiali di qualità e tecniche di lavorazione che assicurano una verniciatura di qualità pari al nuovo e duratura negli anni.

climatizzazione

CLIMATIZZAZIONE

Sanificazione abitacolo e impianto di climatizzazione. AVE s.n.c.Ricarichiamo gli impianti di climatizzazione con un’attrezzatura automatizzata e diagnostica, che depura da umidità e impurità, che compromettono il corretto funzionamento dell’impianto. Il gas refrigerante R134 usato nell’impianto è un gas serra fortemente impattante e non deve assolutamente essere liberato in atmosfera, dunque la comunità europea ha sancito l’obbligo di ottenere una patente per poter lavorare con questo gas. Nel caso sia necessario smontare qualsiasi componente dell’impianto di climatizzazione, per esempio per poter riparare i danni di un’incidente frontale, ci si deve rivolgere solo ad aziende e personale dotato della patente e iscritto al registro degli abilitati.
Per migliorare la qualità dell’aria presente nell’auto, oltre alla regolare sostituzione del filtro abitacolo, igienizziamo l’impianto di climatizzazione in cui proliferano batteri, che causano cattivi odori e allergie in alcuni soggetti e sanifichiamo l’abitacolo.

Abbiamo approfondito l’argomento nell’articolo “CLIMA, COMFORT, ABITACOLO. Climatizzazione, salute e pulizia. I nostri consigli per mantenere l’abitacolo sano e ristabilire il massimo comfort di guida.”

RESTAURO FARI

I fari dell’auto, o più correttamente i proiettori, sono costituiti da policarbonato, materiale che garantisce prestazioni visive, resistenza strutturale, libertà stilistica e sostenibilità ambientale. Tuttavia dopo anni di utilizzo ed esposizione alla luce solare e alle intemperie si rovinano diventando giallastri, opachi e screpolati, non assicurando più una sufficiente visibilità notturna e una guida in sicurezza. Inoltre le compromesse prestazioni ottiche non consentono di superare la revisione periodica biennale.
Il deterioramento appena descritto è dovuto principalmente al degrado dello strato più esterno del faro, che può essere restaurato con risultati pari al nuovo se si interviene tempestivamente. Tra le varie tecniche di restauro, quella che consideriamo più efficace consiste nell’asportazione del materiale degradato e la lucidatura finale. A seguire un video illustrativo di tale tecnica.

 

revisioni

REVISIONE E PRE-REVISIONE

Revisione. Test freni e sospensioni con banco rulli. AVE s.n.c.La revisione periodica obbligatoria da superare al raggiungimento del quarto anno di vita del veicolo e successivamente ogni 2 anni ha visto inasprire le procedure imposte dalla motorizzazione civile nazionale. In particolare una volta inserita la targa del veicolo non può essere sospesa la procedura ufficiale di controllo. Nel caso il veicolo non sia conforme allo standard di sicurezza, il perito responsabile procede a vietare la circolazione stradale, trascrivendo l’esito negativo sulla carta di circolazione e obbligando l’automobilista a riparare il proprio veicolo e ripresentarsi a una nuova revisione. Come avviene già da anni in numerosi paesi europei, è divenuto obbligatorio anche in Italia eseguire la revisione sotto il controllo di telecamere che certificheranno l’effettivo stato del veicolo revisionato per evitare brogli e la promozione di mezzi non idonei alla circolazione.
Quindi eseguiamo i test di pre revisione in modo da assicurare che la sessione di revisione ufficiale abbia un esito positivo: controllo dei gas di scarico, pneumatici, efficienza freni, tergicristalli, fanali, ecc …, oltre 50 controlli.

Torna a inizio pagina